Category Archives: Parliamone insieme

V WORLD JUSTICE FORUM

Il 10 luglio 2017 si è inaugurato in The Hague, il V World Justice Forum, che si protrarrà per 4 giorni.

Speakers, giuristi e delegati di tutto il mondo sono presenti. Tra loro, il nostro Direttore Responsabile Avv. Claudia Pasqualini Salsa.

Tutti gli interventi concernono il ruolo fondamentale della legge, in ogni Paese, come strumento fondamentale di civilizzazione e pacifica convivenza.

Particolare risalto, ovviamente, viene dato alla questione della libertà di stampa.

Stamane si è tenuta, tra l’altro, un’interessante sessione di lavoro sulla Giustizia Ambientale. Si sono discusse le differenti situazioni nel mondo e si è riproposta l’idea di una Corte di Giustizia Internazionale per i reati ambientali.

 

Published by:

ECOREATI: CONDANNA O PREVENZIONE?

Il Dosssier  << Ecoreati nel codice penale: numeri e storie di una legge che funziona>>, presentato da Legambiente il 16 maggio 2017, è stato salutato dai commentatori che si occupano di temi ambientali, come testimonianza di un “bilancio positivo”. Ciò, sulla base del fatto che nel Dossier vengono elencati il numero di reati sanzionati nell’anno 2016, puntualmente indicando la Regione con maggiori ecoreati, quella con il maggior numero di denunciati, quella con il numero più alto di aziende coinvolte.

Errore clamoroso.

Continue reading

Published by:

FINE DEI LAVORI: PERMANE L’OBBLIGO DI VIGILARE SULLA SICUREZZA DEI LAVORATORI

La sentenza n. 19208 del 9 maggio 2016 della IV Sezione della Corte di Cassazione Penale, conferma che il cantiere non può considerarsi chiuso una volta ultimati i lavori di carpenteria: per gli addetti resta dunque l’obbligo di vigilare sulla sicurezza degli operai.

Ciò che mantiene operante il ruolo del coordinatore per l’esecuzione dei lavori non può essere tanto il mancato completamento delle attività inerenti i lavori edili o di ingegneria civile, quanto piuttosto la persistenza di ulteriori fasi di lavorazione tipiche dell’attività di cantiere nel suo complesso.

L’esecuzione di lavori edili o di ingegneria civile serve, a connotare, in ragione del tipo di attività svolta, il cantiere temporaneo o mobile, ma non è sufficiente a definire anche i suoi limiti spazio-temporali «diversamente correlati al perfezionamento di tutte le fasi di lavorazione anche successive ai lavori edili o di ingegneria civile in senso stretto, funzionali al collaudo e alla consegna dell’opera».

Continue reading

Published by:

ATTIVITA’ SOGGETTE A AUTORIZZAZIONI, LICENZE, S.C.I.A.: SI ALL’INFORMATIVA ANTIMAFIA

Con sentenza n. 565 del 9 febbraio 2017, la Sez. III del Consiglio di Stato ha confermato che anche le attività soggette al rilascio di autorizzazioni, licenze o a s.c.i.a. soggiacciono alle informative antimafia.

A tal fine, rimarca la differenza tra “comunicazione antimafia” e “informativa antimafia”:
– la “comunicazione antimafia” è costituita da un’attestazione circa l’assenza di misure di prevenzione penale o condanne per alcuni gravi delitti. Essa è necessaria per il rilascio di autorizzazioni, licenze o a s.c.i.a. ed è autocertificabile dall’imprenditore:
– l’“informativa antimafia” è costituita invece da una valutazione del Prefetto sul rischio di infiltrazione mafiosa, fondata non solo sulle condanne ma anche su altri elementi (rapporti di polizia, cointeressenze economiche, frequentazioni).
L’informativa costituisce quindi uno strumento di prevenzione molto più avanzato. Essa era necessaria – secondo la precedente normativa – solo quando l’impresa doveva stipulare contratti con l’Amministrazione, ricevere sovvenzioni, o sfruttare economicamente beni pubblici.
Continue reading

Published by:

CASO UBER: SI PRONUNCIA LA CORTE COSTITUZIONALE

Con sentenza n. 265/2016, la Corte Costituzionale ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’art. 1 della legge della Regione Piemonte 6 luglio 2015, n. 14 per violazione dell’art. 117, secondo comma, lettera e), Cost.
Detta norma, in sostanza, vietava l’ingresso sul mercato per il servizio di trasporto non di linea a chiamata basato sull’omonima app Uber.

Per salvare la legittimità della norma, la Regione ha richiamato le pronunce di alcuni Giudici di Pace, relative a sanzioni amministrative applicate a chi offriva tali servizi e l’ordinanza 2 luglio 2015 del Tribunale di Milano, sezione specializzata in materia di impresa “A”, che aveva ritenuto sleale la concorrenza praticata da alcuni gestori di piattaforme informatiche nei confronti dei tradizionali operatori del settore dei trasporti non di linea di persone.
Tuttavia, ha precisato la Corte, definire quali soggetti siano abilitati a offrire talune tipologie di servizi è decisivo ai fini della configurazione di un determinato settore di attività economica: si tratta di una scelta che impone un limite alla libertà di iniziativa economica individuale e incide sulla competizione tra operatori economici nel relativo mercato.

Continue reading

Published by:

QUARTO RAPPORTO AGROMAFIE: VERSO UN SISTEMA DI IDENTITA’ CERTIFICATA A TUTELA DI CONSUMATORI E PRODUTTORI ONESTI

Lo scorso 17 febbraio presso la sede della Coldiretti di Roma è stato presentato il Quarto Rapporto sui Crimini Agroalimentari (altrimenti detto: Rapporto sulle Agromafie), elaborato da Eurispes, Coldiretti e Osservatorio sulla criminalità nell’agricoltura e sul sistema agroalimentare.

Trattasi di un documento di particolare importanza, sia sotto l’aspetto della tutela della salute, sia sotto l’aspetto economico, poiché le contraffazioni alimentari costituiscono un pericolo di danno (o danno tout court) alla salute dei consumatori e nel contempo un ingiusto danno economico ai produttori onesti.

Riteniamo che la valenza dell’iniziativa sia evidenziata al meglio dall’introduzione del Documento di Sintesi del Rapporto  – di cui riportiamo un estratto – che abbiamo avuto modo di leggere ed apprezzare.  Ne condividiamo appieno il contenuto che merita di essere meditato e che ci auguriamo sia di impulso all’introduzione del << sistema di identità certificata >>.

Continue reading

Published by:

PROGETTAZIONE E SICUREZZA DEL LAVORO

L’esperienza quotidiana ricorda che ancora oggi è sottovalutato, se non disatteso, il principio per cui l’elemento sicurezza è fondamentale in ogni tipo di progettazione e intervento.

A questo proposito, la III Sezione del Consiglio di Stato, con sentenza 15 giugno 2015, n. 2941 è ancora intervenuta di recente, ritenendo legittima l’esclusione dalla gara di una società che non ha indicato i costi della sicurezza aziendale, che costituiscono elemento essenziale per la certezza, la determinazione e la congruità dell’offerta.

Continue reading

Published by:

Quante ILVA ci sono in Italia?

Diritto dell'ambiente Parliamone insieme

La prevenzione, questa sconosciuta

di Claudia Pasqualini Salsa

Manuale diritto ambientalea vicenda giudiziaria relativa all’ILVA di Taranto è complessa e va trattata nelle debite sedi penali e civili, da chi ha letto e studiato “le carte”.

Ogni altro commento appare decisamente inopportuno.

Ma al di là degli aspetti giudiziari, la vicenda è rappresentativa di quella visione strabica e irrazionale con cui troppo spesso in Italia sono affrontati ancora oggi i fondamentali temi della protezione ambientale, della sicurezza dei lavoratori, della salute di tutti, in rapporto al diritto costituzionale di esercire liberamente l’attività imprenditoriale.

Continue reading

Published by:

Riscaldamento globale: il dopo-Kyoto

In seguito al Workshop TACEC e SPiCE3 organizzato da Federchimica e tenutosi il 9 Luglio   (clicca qui per la notizia), LegalinetBlog ha deciso di approfondire le questioni trattate, che hanno molto a che vedere con i prossimi scenari sul clima e quindi interessano tutti gli abitanti del pianeta Terra.

Continue reading

Published by:

Operazioni di bonifica: novità

SEMPLIFICAZIONE PER LE OPERAZIONI BONIFICA E DI TRATTAMENTO DEI RIFIUTI

Il D.L. 91/2014 introduce procedure semplificate per le operazioni di bonifica, di messa in sicurezza e per il recupero di rifiuti.
In particolare prevede:

• una “procedura semplificata per le operazioni di bonifica o di messa in sicurezza” (art. 242 bis, d.lgs. 152/06) – tale procedura consiste nella presentazione all’Amministrazione (v. art. 242 o 252 d.lgs. 152/2006) di uno specifico progetto con interventi programmati e cronoprogramma di lavori.

Continue reading

Published by: