Category Archives: Diritto dell’ambiente

Turismo sostenibile: ecco cosa sta facendo l’Europa

di Claudia Pasqualini Salsa

Turismo e ambiente naturale sono legati l’uno all’altro come le due facce di una stessa medaglia.

L’ambiente integro è, indubbiamente, forte motivo di attrattiva per il turismo. Il turismo, viceversa, per il forte carico antropico e l’impatto che ha sul territorio rappresenta un fattore di rischio per l’ambiente. Gli elementi naturali e la biodiversità, se gestiti in modo non corretto, possono essere seriamente danneggiati da uno sviluppo incontrollato del turismo. Le aree fragili, quali le zone di alta montagna, contengono una ricchezza di biodiversità che, di fronte a un previsto sviluppo turistico, richiede particolare attenzione ed appositi mezzi di gestione integrata. Continue reading

Published by:

Bonifica di siti contaminati? Ecco le novità della L. 164/2014

intervento di Claudia Pasqualini Salsa pubblicato su www.studiolegale-pasqualinisalsa.com
La legge 164/2014 di conversione del d.l. 133/2014, entrata in vigore il 12 novembre 2014, ha apportato modifiche al c.d. “Codice degli appalti” (d.lgs. 163/2006), semplificando – attraverso deroghe al sistema generale – le procedure per la bonifica e messa in sicurezza dei siti contaminati. Continue reading

Published by:

Quante ILVA ci sono in Italia?

Diritto dell'ambiente Parliamone insieme

La prevenzione, questa sconosciuta

di Claudia Pasqualini Salsa

Manuale diritto ambientalea vicenda giudiziaria relativa all’ILVA di Taranto è complessa e va trattata nelle debite sedi penali e civili, da chi ha letto e studiato “le carte”.

Ogni altro commento appare decisamente inopportuno.

Ma al di là degli aspetti giudiziari, la vicenda è rappresentativa di quella visione strabica e irrazionale con cui troppo spesso in Italia sono affrontati ancora oggi i fondamentali temi della protezione ambientale, della sicurezza dei lavoratori, della salute di tutti, in rapporto al diritto costituzionale di esercire liberamente l’attività imprenditoriale.

Continue reading

Published by:

Operazioni di bonifica: novità

SEMPLIFICAZIONE PER LE OPERAZIONI BONIFICA E DI TRATTAMENTO DEI RIFIUTI

Il D.L. 91/2014 introduce procedure semplificate per le operazioni di bonifica, di messa in sicurezza e per il recupero di rifiuti.
In particolare prevede:

• una “procedura semplificata per le operazioni di bonifica o di messa in sicurezza” (art. 242 bis, d.lgs. 152/06) – tale procedura consiste nella presentazione all’Amministrazione (v. art. 242 o 252 d.lgs. 152/2006) di uno specifico progetto con interventi programmati e cronoprogramma di lavori.

Continue reading

Published by:

Valutazione e verifica di impatto ambientale: novità

VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE

In attuazione delle disposizioni della direttiva 2011/92/UE è stato introdotto:

• l’obbligo di pubblicare su sito web dell’Autorità competente gli atti, le decisioni, i progetti, le descrizioni, etc. (artt. 12,17,20,32 d.lgs. 152/06)
• nuove disposizioni tecniche in materia di stoccaggio di biossido di carbonio e di combustibile in serbatoi sotterranei (Allegato II, Parte Seconda ….)
• l’esclusione dall’applicabilità delle riduzioni delle soglie dimensionali previste all’art. 6, comma 8, d.lgs. 152/2006 ai progetti inerenti strade extraurbane, opere di canalizzazione, impianti di trattamento, depositi di fanghi (così come a tutti i progetti previsti dall’ Allegato IV, Parte Seconda).

Continue reading

Published by:

Rifiuti: novità

INDAGINI SUI TERRENI AGRICOLI IN CAMPANIA

L’articolo 10 del d.l. 91/2014 introduce nuove disposizioni riguardanti la c.d. Terra dei Fuochi. Viene modificato il precedente d.l. 136/2013 (convertito con l. n. 4 del 6 febbraio 2014) prevedendo la possibilità, durante le indagini tecniche per la mappatura dei terreni agricoli della Regione Campania finalizzate ad accertare l’eventuale esistenza di effetti contaminanti a causa di sversamenti e smaltimenti abusivi, di bloccare la commercializzazione dei prodotti agricoli in via precauzionale.

Continue reading

Published by:

Risparmio energetico: novità

Il Decreto Legge 91/2014 emanato lo scorso 24 giugno riporta anche nuove norme in materia di efficientamento e risparmio energetico.

Ecco nel dettaglio, le principali misure apportate:

EDILIZIA SCOLASTICA

L’art. 9 del decreto dispone interventi urgenti per l’efficientamento energetico degli edifici scolastici e universitari. Le pubbliche amministrazioni interessate potranno beneficiare di finanziamenti a tasso agevolato per realizzare interventi avvalendosi della Cassa Depositi e Prestiti.

Continue reading

Published by:

Efficienza energetica degli edifici: nuova disciplina in Spagna

Due nuovi provvedimenti legislativi in Spagna

di Enzo Colarossi

In Spagna sono stati adottati recentemente due provvedimenti legislativi concernenti l’efficienza energetica degli edifici, il Real Decreto 235/2013, del 5 aprile 2013, e la Ley 8/2013, del 26 giugno 2013.

Il Real Decreto 235/2013, entrato in vigore il 1º giugno 2013, disciplina il procedimento per la certificazione energetica degli edifici, recependo parzialmente la direttiva comunitaria 2010/31/UE del Parlamento Europeo e del Consiglio. Il Real Decreto introduce anzitutto l’obbligo di richiedere e mettere a disposizione degli acquirenti o locatari il certificato di efficienza energetica dell’immobile, emesso da un architetto o da ingegnere, il quale deve contenere la descrizione delle caratteristiche energetiche dell’edificio (comfort termico, riscaldamento e illuminazione, qualità dell’aria, ecc.) e il grado di efficienza energetica dello stesso, nonché le eventuali raccomandazioni per migliorare i parametri di efficienza dell’edificio.

Continue reading

Published by:

Reati ambientali e difesa penale

Diritto dell'ambiente Politica & Ambiente

di Claudia Pasqualini Salsa

Diritto ambientaleNel corso di un processo penale per reati ambientali a carico di un’Azienda, la miglior difesa non può che essere rappresentata dalla puntuale motivazione delle scelte aziendali, consapevolmente effettuate per dare ottemperanza a quelle norme che l’Accusa ritiene violate.

Riteniamo sia mortificante, per tutte le parti in gioco, quell’attività difensiva svolta in base ad un rituale di cavilli, sulla base di obsolete concezioni e vecchi pregiudizi: i reati ambientali sono una seccatura, la difesa non deve essere difesa del principio che ha guidato le scelte aziendali che vengono contestate dall’inquirente, ma deve consistere nel prendere tempo, addormentare le indagini, lasciare calmare le acque…

Continue reading

Published by:

Autostrada. Immissioni acustiche intollerabili: quali i poteri del Sindaco?

Diritto dell'ambiente I post di Donatella Rossi

Inquinamento acustico: il caso di Silvi Marina

di Donatella Rossi

Il Caso: Il Comune di Silvi Marina, previa ordinanza sindacale contingibile ed urgente, ordinava alla società Autostrade ogni appropriato ed adeguato intervento di soluzione e misura antirumore, inclusa l’installazione di barriere acustiche fonoassorbenti. A fondamento del proprio provvedimento il Sindaco poneva le risultanze degli accertamenti eseguiti dall’ARTA Abruzzo che avevano evidenziato il superamento delle soglie di immissioni consentite dal D.p.r. n. 142 del 2004. La società Autostrade ricorreva al Tar Abruzzo impugnando la predetta ordinanza per eccesso di potere. Il TAR Abruzzo, con la sentenza n. 8 del 10.01.2013 accoglie il ricorso.

Continue reading

Published by: