Category Archives: Parliamone insieme

Valutazione e verifica di impatto ambientale: novità

VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE

In attuazione delle disposizioni della direttiva 2011/92/UE è stato introdotto:

• l’obbligo di pubblicare su sito web dell’Autorità competente gli atti, le decisioni, i progetti, le descrizioni, etc. (artt. 12,17,20,32 d.lgs. 152/06)
• nuove disposizioni tecniche in materia di stoccaggio di biossido di carbonio e di combustibile in serbatoi sotterranei (Allegato II, Parte Seconda ….)
• l’esclusione dall’applicabilità delle riduzioni delle soglie dimensionali previste all’art. 6, comma 8, d.lgs. 152/2006 ai progetti inerenti strade extraurbane, opere di canalizzazione, impianti di trattamento, depositi di fanghi (così come a tutti i progetti previsti dall’ Allegato IV, Parte Seconda).

Continue reading

Published by:

Combattere la povertà riducendo le emissioni di gas serra?

NOTIZIE DAL 20° WORKSHOP TACEC

Lo scorso 9 Luglio, presso l’ Auditorium di Federchimica a Milano, si sono tenuti il 20° Workshop TACEC e il 5° Workshop SPiCE3. Il tema era strettamente connesso alle politiche sul cambiamento climatico: ci si chiedeva in particolare se sia possibile al contempo sviluppare progetti a basso impatto ambientale e combattere la povertà.

Continue reading

Published by:

Rifiuti: novità

INDAGINI SUI TERRENI AGRICOLI IN CAMPANIA

L’articolo 10 del d.l. 91/2014 introduce nuove disposizioni riguardanti la c.d. Terra dei Fuochi. Viene modificato il precedente d.l. 136/2013 (convertito con l. n. 4 del 6 febbraio 2014) prevedendo la possibilità, durante le indagini tecniche per la mappatura dei terreni agricoli della Regione Campania finalizzate ad accertare l’eventuale esistenza di effetti contaminanti a causa di sversamenti e smaltimenti abusivi, di bloccare la commercializzazione dei prodotti agricoli in via precauzionale.

Continue reading

Published by:

Risparmio energetico: novità

Il Decreto Legge 91/2014 emanato lo scorso 24 giugno riporta anche nuove norme in materia di efficientamento e risparmio energetico.

Ecco nel dettaglio, le principali misure apportate:

EDILIZIA SCOLASTICA

L’art. 9 del decreto dispone interventi urgenti per l’efficientamento energetico degli edifici scolastici e universitari. Le pubbliche amministrazioni interessate potranno beneficiare di finanziamenti a tasso agevolato per realizzare interventi avvalendosi della Cassa Depositi e Prestiti.

Continue reading

Published by:

Conclusa la festa nazionale BAI 2014

 

Come annunciato in evidenza, dal 20 al 22 giugno si è svolta a Pietralunga (Pg) la Festa Nazionale dell’Associazione Borghi Autentici d’Italia…

Borghi Autentici d’Italia è una rete fra territori dove protagoniste sono le persone e le comunità, realtà che decidono di non arrendersi di fronte al declino e ai problemi ma che scelgono di mettere in gioco le proprie risorse per creare nuove opportunità di crescita: realtà che appartengono a quell’Italia che ce la vuole fare.

Come ogni anno, l’Associazione organizza per l’estate una festa per dare spazio e voce ai borghi della sua rete, una tre giorni di musica, spettacoli, incontri e ottima cucina locale. Quest’anno la festa si è svolta a Pietralunga (Pg) dal 20 al 22 giugno, portando nel borgo umbro musica, incontri, spettacoli e gli ottimi sapori dei borghi autentici di tutta la rete nazionale.

La festa si è aperta venerdì 20 con l’Energy Day, una giornata dedicata all’energia verde e alla sostenibilità. Dopo diversi momenti di animazione organizzati da Legambiente per i più piccoli, per riflettere con loro sul tema della sostenibilità, e dopo un tour del borgo a piedi e in bicicletta con pedalata assistita alle cui tappe venivano presentati temi e progetti basati sul risparmio energetico e sulla sostenibilità, si è svolto il workshop “Il Borgo Intelligente: percorsi e strumenti virtuosi per la transizione energetica”, evento incentrato su due importanti percorsi europei: Meshartility, di cui BAI è partner,  e 100% Res Community. Oltre al Sindaco di Pietralunga Mirko Ceci e al Presidente BAI Ivan Stomeo, al convegno sono intervenuti Francesco Marinelli e Luca Di Domenico di Borghi Autentici, Katiuscia Eroe di Legambiente, Paolo Allemano, consigliere della Regione Piemonte, Filippo Gasparin di Enel distribuzione Spa, Emanuele Cosenza di Sogesca e Fabrizio Mancini del Comune di Maiolati Spontini. Il dibattito è stato moderato da Alessandra Paciotto, Presidente di Legambiente Umbria, mentre le conclusioni sono state tratte da Fernanda Cecchini, Assessore alle Politiche Agricole e Agroalimentari della Regione Umbria.

Alle 20.00 la festa è stata ufficialmente inaugurata, con il saluto e il benvenuto del Sindaco di Pietralunga Mirko Ceci, il Presidente BAI Ivan Stomeo e tutti i Sindaci dei borghi autentici presenti all’evento. La serata del venerdì si è poi conclusa con il concerto dell’orchestra La Paranza, che ha regalato agli spettatori le atmosfere uniche della musica folk napoletana.

La giornata di sabato 21 si è invece aperta con lo spettacolo degli Sbandieratori di Pietralunga, che nel centro del borgo hanno portato il colore e il ritmo della tradizione locale.

Fulcro della giornata è stato però il convegno che nel pomeriggio ha visto tra i protagonisti il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Giuliano Poletti. Il convegno, dal titolo “Territori e comunità che ce la vogliono fare… aggiornamento e rilancio del Manifesto dei Borghi Autentici”, è stato l’occasione per riflettere sul documento cardine dell’Associazione BAI, che sta vivendo una fase di modifica e aggiornamento. Dopo i saluti del Sindaco Ceci, un’introduzione del Presidente BAI Ivan Stomeo e alcune suggestioni del poeta e paesologo Franco Arminio, il segretario generale BAI Maurizio Capelli ha esposto i temi e le argomentazioni del nuovo Manifesto. Sono poi intervenute Alessia Zabatino, DPS Ministero Economia e Finanze, e Fernanda Cecchini, Assessore alle Politiche Agricole Regione Umbria. Il Ministro Poletti ha chiuso l’incontro, che ha posto l’accento sulla centralità della comunità locale e sull’importanza dei processi che partono dal basso che sono in grado di modificare lo stato di cose.

A seguire, uno spettacolo di danze popolari e il concerto dei Briganti di Pietralunga hanno preparato l’atmosfera per l’esibizione serale dell’orchestra Romagna DOC, che ha fatto cantare e ballare la piazza del paese fino a sera inoltrata.

L’ultimo giorno di festa, domenica 22 giugno, è stato dedicato a un incontro interno per i Sindaci dei Comuni che partecipano al progetto BAI Rete Nazionale delle Comunità Ospitali RNCO, un innovativo percorso di valorizzazione turistica e un’esperienza inedita in Europa, per dimensioni e obiettivi, che darà vita a un sistema interterritoriale di destinazioni turistiche, culturali, ambientali e produttive che, nel proporre le loro specifiche prerogative e risorse, avranno in comune un dispositivo di accoglienza e ospitalità basato sull’inclusione dell’ospite, pensato e accolto come cittadino temporaneo nel ritmo di vita della comunità locale.

La festa si è conclusa con “Lo spuntino autentico”, momento conviviale e di incontro dei protagonisti della rete dei borghi autentici.

Per tutti i giorni della manifestazione, inoltre, sono stati presenti nel centro del borgo stand dei Comuni e delle reti regionali BAI, i veri cardini della festa, che hanno presentato ai visitatori la propria comunità locale, i progetti intrapresi e soprattutto i prodotti del territorio, unici e di qualità.

Si è inoltre svolta, in contemporanea della festa, la Scuola di Paesologia a cura dello scrittore e paesologo Franco Arminio

Per maggiori informazioni: www.borghiautenticiditalia.it

 

Published by:

La filiera corta di: qualità, sicurezza, sostenibilità

E’ arrivato “Buono e Onesto”, un progetto altamente innovativo, promosso dall’Associazione Produttori Latte della Pianura Padana e da COPAGRI Lombardia, nato con l’obiettivo di:
•Garantire la fornitura di un prodotto locale di qualità.
•Mantenere la presenza delle produzioni sul proprio territorio.
•Portare un valore aggiunto che assicuri vita, stabilità e sicurezza all’ambiente rurale.
•Mantenere il lavoro e promuovere l’occupazione.
•Assicurare la sovranità alimentare anche come garanzia di indipendenza per il futuro.
•Proteggere e conservare il paesaggio agricolo.
Con “Il latte onesto” oltre a garantire l’italianità al 100% del prodotto, si garantiscono i Territori d’Origine, grazie ad un progetto di collaborazione con il Dipartimento di Scienze Veterinarie dell’Università di Milano che ha condotto uno studio sulle proteine del latte, identificando i marcatori che permettono di riconoscere la stalla di provenienza del latte.”
Il progetto “Buono e Onesto” recupera l’idea fondamentale della filiera corta come modalità produttiva e distributiva capace di garantire benefici effettivi che ricadono su tutti: produttori, distributori e consumatori.  E’ la realizzazione di una filiera nazionale equa che combina qualità al giusto prezzo, tutelando produzione ed economia nazionali, rinforzando la nostra sovranità alimentare, la tutela del territorio e delle produzioni agricole nazionali.
A simboleggiare la filiera corta del “Latte Onesto” è la mucca “Onestina”, che sarà presto vista in tutta Europa e che rappresenta i produttori di latte onesti, che chiedono semplicemente un giusto equilibrio tra il prezzo e i costi di produzione che devono sostenere.
Consigliamo di visitare il sito: www.latteonesto.com 
Vi chiediamo di esprimere le vostre valutazioni. Le nostre sono più che positive.

Published by:

Prodi: “Abolire TAR e Consiglio di Stato”

Parliamone insieme

Sulle pagine de Il Messaggero dell’11 agosto, è stato pubblicato un intervento di Romano Prodi, nel quale – non si comprende per quanta parte ingenuamente e per quanta parte provocatoriamente – si ipotizza l’abolizione dei TAR e del Consiglio di Stato, come efficace rimedio per la ripresa economica del Paese. Il ricorso al TAR – afferma in sintesi Prodi –  è diventato un comodo e poco costoso strumento di blocco contro ogni decisione che non fa comodo, penetrando ormai in ogni aspetto della vita del paese.

Continue reading

Published by:

“Saper guardare oltre la crisi”

Da www.prospettivadelfunambolo.com

Riceviamo e riportiamo:

Saper guardare oltre

“La crisi ci ha cambiato, la crisi ci sta cambiando”. Su questa base si è svolto oggi a Milano il seminario di GsK Eurisko presso la sede della Confcommercio, con gli interventi di Remo LucchiIsabella Cecchini,Silvio Siliprandi e Fabrizio Fornezza.
In che modo la crisi influisce sul comportamento dei consumatori? Come si sta modificando la società? Tanti i temi proposti alla giornata, così come tanti sono stati gli invitati che hanno partecipato al seminario.

Continue reading

Published by:

Giustizia Tuttologa

di Claudia Pasqualini Salsa

Diritto ambientaleSe la migliore difesa è fornita da un avvocato specialista nella tipologia di reato di cui è accusato il cliente, praticando l’avvocatura si ha modo di constatare che generalmente sia il magistrato che svolge funzioni di P.M., sia il magistrato giudicante si trovano quotidianamente a trattare le più varie tipologie di reato, con il risultato di approfondirne ben poche.

Il diritto dell’ambiente, ad esempio, è poco conosciuto dai magistrati, tranne eccezioni tanto qualificate quanto rare.

Continue reading

Published by:

Il nostro saluto al Ministro Andrea Orlando

Signor Ministro,
rivolgendole l’usuale augurio di buon lavoro, ci soffermiamo brevemente su quanto, a nostro parere, dovrebbe entrare nella sua agenda: dare dignità alle tematiche ambientali, togliendole dall’angolo stretto delle contrapposte demagogie in cui da anni, per non dire da sempre, sono state confinate. Evitare, inoltre, errori/orrori come quello dell’Ilva di Taranto, avendo ben presente che – se è vero che si sono originati per carenze normative – si sono ingigantiti e aggravati nel tempo (e nell’indifferenza generalizzata) per carenza di controlli, assenza totale di prevenzione, applicazione delle demagogie contrapposte di cui detto.
Soprattutto, quanto ai temi più importanti, ad esempio la localizzazione degli impianti di smaltimento dei rifiuti radioattivi, le sottoponiamo l’idea di creare un sistema di informazione e confronto preventivo, basati su dati oggettivi e verificabili (sia tecnici, sia giuridici), per debitamente informare le popolazioni interessate e sconfiggere la sindrome NIMBY.
L’ambiente, come ben sa, è un bene pubblico, tutelato in via primaria ed assoluta dall’ordinamento giuridico. Auspichiamo che il suo Ministero riesca a comunicarlo efficacemente a quanti ancora lo ignorano, per mera ignoranza, o calcolo di qualunque genere.

Grazie dell’attenzione

Claudia Pasqualini Salsa
Direttore Responsabile

Published by: