Azienda inquisita: valida l’aggiudicazione della gara d’appalto

Comment

Diritto Amministrativo I post di Paola Trapletti
maltauro studio legale pasqualini salsa

di Paola Trapletti

Con sentenza n. 143/2015 il Consiglio di Stato (Sez. IV) – non condividendo quanto statuito dal TAR Lombardia – ha ritenuto legittima l’aggiudicazione della gara per l’affidamento dell’appalto integrato di lavori per “Architetture di Servizio, afferenti al sito per l’Esposizione Universale del 2015” (del valore di 67 milioni di euro) al Raggruppamento Temporaneo di Imprese (RTI) , di cui è capogruppo l’Impresa di Costruzioni Giuseppe Maltauro S.p.a.

Com’è noto, nel maggio dell’anno 2014, la Procura di Milano ha avviato un indagine per ipotesi di corruzione e turbativa d’asta proprio a carico dell’Impresa e dei suoi uomini di punta nonché di Funzionari di Expo 2015 S.p.A..

La seconda impresa nella graduatoria ricorreva al TAR Milano chiedendo l’annullamento dell’aggiudicazione e la dichiarazione di inefficacia del contratto già stipulato.

Il TAR accoglieva il ricorso e annullava l’aggiudicazione.

Contro la sentenza, Expo 2015 S.p.A. presentava appello al Consiglio di Stato e questo si pronunciava come segue: <<nella specie ogni ipotetica violazione del Protocollo di legalità, che dovesse ricollegarsi alle indagini della Procura della Repubblica di Milano ed alla conseguente esecuzione di misure cautelari, giammai avrebbe potuto viziare l’aggiudicazione definitiva determinandone l’illegittimità: perché, verificatosi l’evento in un momento successivo all’esaurimento della fase pubblicistica di scelta del contraente, esso non avrebbe potuto mai “retroagire” in modo da viziare ex post gli atti della gara>>.

In altre parole, sotto il profilo amministrativo, sono irrilevanti le condotte illecite tenute dalla P.A. (e dall’Impresa aggiudicataria), poiché verificatesi in contesti estranei e momenti successivi all’iter procedimentale della gara d’appalto.

 

Foto Flickr- Palazzo Chigi

 

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>